Sardegna: contributi per recupero e riqualificazione del patrimonio immobiliare privato - Anno 2019

Data apertura
29 Lug 2019
Data chiusura
23 Set 2019
Agevolazione
Regionale
Stanziamento
€ 25.000.000
Soggetto gestore
Regione Autonoma Sardegna

Descrizione

Avviso per il finanziamento di interventi di manutenzione, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione finalizzati al recupero e alla riqualificazione del patrimonio immobiliare privato ricadente nel territorio regionale.

Non sono ammesse domande che interessano edifici, unimmobiliari o plurimmobiliari, non residenziali. Per ogni edificio potrà essere presentata una sola domanda.

Per gli edifici unimmobiliari destinati ad uso residenziale potranno presentare la domanda e beneficiare del contributo le persone fisiche proprietarie, o comproprietarie, o titolari di diritti reali o obbligatori (enfiteusi, superficie, usufrutto, uso, abitazione, affitto, locazione, comodato). Sono, pertanto, inclusi fra i beneficiari delle agevolazioni anche coloro che abbiano la sola disponibilità dell’immobile, in relazione a uno dei titoli suddetti, e che sosterranno i costi di esecuzione degli interventi. In ogni caso dovrà essere acquisito, preventivamente alla presentazione dell’istanza, l’assenso all’esecuzione delle opere da parte di tutti i proprietari. Per gli edifici unimmobiliari uno stesso soggetto proprietario (o comproprietario, o titolare di diritto reale o obbligatorio) potrà presentare una sola domanda.

Non saranno ammesse altre domande, oltre la prima trasmessa, in cui lo stesso soggetto compaia o come istante o come comproprietario/titolare di diritto reale o obbligatorio.

Per le parti comuni degli edifici plurimmobiliari, destinati ad uso residenziale, sono ammesse esclusivamente le istanze presentate dall’Amministratore del Condominio, nel caso di condomìni costituiti, dal rappresentante scelto tra i proprietari, nel caso di condomìni non costituiti. Gli Amministratori di condominio, autorizzati all’esecuzione delle opere da apposita delibera assembleare, potranno presentare più domande purché si riferiscano a condomìni diversi.

Sono ammissibili interventi di manutenzione ordinaria, straordinaria, di restauro e risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia, come definiti all'articolo 3 del Decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia) e successive modifiche ed integrazioni. Sono esclusi dalle agevolazioni gli interventi di demolizione e ricostruzione dell’intero edificio, ancorché ricadenti nell’ambito della ristrutturazione edilizia.

Per tutte le tipologie di edifici sono altresì ammessi gli interventi finalizzati all’efficientamento energetico dell’edificio purché integrati in interventi globali che comprendano opere sull’involucro edilizio e non limitarsi a singole componenti quali, ad esempio, gli infissi. Per il riconoscimento della premialità dovrà essere dimostrata, con attestato di prestazione energetica ante e post intervento, la riduzione del 30% dell’indice di prestazione energetica globale non rinnovabile (Epgl, nren).

Gli edifici dovranno ricadere in aree classificate dallo strumento urbanistico comunale vigente come zone urbanistiche omogenee A, B, C ed E.

Budget: 25 milioni di euro.

Beneficiari e Finalitá

Beneficiari
Privato
Dimensione Beneficiari
Non Applicabile
Settore
Costruzioni, Sociale - No Profit - Altro
Finalita'
Ammodernamento, Tutela Ambientale
Ubicazione Investimento
Regione:
  • Sardegna

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo

Gli interventi devono avere un costo complessivo minimo pari a 15.000 euro. Il finanziamento non potrà superare l'importo massimo del 30% della spesa totale, riconosciuta sulla base del piano finanziario e, comunque, non superiore ad euro 30.000, salvo l’incremento dovuto alla premialità nel caso di efficientamento energetico.

Se l’intervento prevede opere di efficientamento energetico, di valore pari o superiore al 10% della spesa totale, è prevista, una premialità di importo massimo pari al 20% del finanziamento calcolato come sopra.

Investimento minimo
€ 15.000

Tempistica investimento

La compilazione e registrazione delle domande potrà essere effettuata dalle ore 12:00 del giorno 29 luglio 2019 fino alle ore 12:00 del giorno 10 settembre 2019.

Entro il suddetto periodo potranno anche essere apportate modifiche e integrazioni mediante sostituzione delle domande già registrate. La trasmissione della domanda, invece, dovrà essere effettuata a partire dalle ore 12:00 del giorno 17 settembre 2019 (click day) fino alle ore 12:00 del giorno 23 settembre 2019.

Si considera trasmessa nei termini la domanda per la quale sia stato completato l’intero percorso di registrazione entro le ore 12:00 del 10 settembre 2019 e sia stata effettuata la trasmissione entro le ore 12:00 del 23 settembre 2019.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.