Lombardia: contributi per la sostituzione di autoveicoli inquinanti per il trasporto di persone

Data apertura
15 Ott 2019
Data chiusura
30 Set 2020
Agevolazione
Regionale
Stanziamento
€ 18.000.000
Soggetto gestore
Regione Lombardia

Descrizione

Criteri per la concessione di contributi per la sostituzione di autoveicoli inquinanti con veicoli a basso impatto ambientale destinati al trasporto di persone rivolto a soggetti privati residenti in Lombardia.

Con Dds n. 13942 del 1° ottobre 2019, pubblicata sul Bur n. 41 del 7 ottobre 2019, è stato approvato il bando.

Regione Lombardia emana il Bando “Rinnova Autovetture” per incentivare la sostituzione di autovetture inquinanti circolanti in Lombardia con veicoli a basse emissioni destinati al trasporto di persone, in un percorso di innovazione con lo scopo di incentivare la radiazione di un veicolo benzina fino ad Euro 2/II incluso o diesel fino ad Euro 5/V incluso, con conseguente acquisto, anche nella forma del leasing finanziario, di una autovettura (categoria M1) di nuova immatricolazione o usata a basse emissioni rispondente ai requisiti stabiliti dal presente bando, ai fini del miglioramento della qualità dell’aria e in attuazione del Piano Regionale degli Interventi per la qualità dell’Aria (PRIA) e dell’Accordo di bacino padano 2017.

I beneficiari del bando sono i soggetti privati (persone fisiche) residenti in Lombardia che radiano per demolizione un veicolo per il trasporto persone con alimentazione a benzina fino ad Euro 2/II incluso o diesel fino ad Euro 5/V incluso oppure radiano per esportazione all’estero un autoveicolo diesel per il trasporto persone Euro 3/III, euro 4/IV o euro 5/V e acquistano, anche nella forma del leasing finanziario, un’autovettura di nuova immatricolazione o usata di categoria M1 (come individuata all’art. 47, comma 2, lett. b) del D.Lgs. 30/04/1992, n. 285 “Nuovo codice della strada”), in grado di garantire zero o bassissime emissioni di inquinanti. I limiti emissivi individuati per la presente misura di incentivazione riguardano gli ossidi di azoto (NOx), l’anidride carbonica (CO2) e il PM10, pur tenuto conto che le nuove motorizzazioni garantiscono bassissimi valori di emissione per le polveri sottili grazie all’installazione dei sistemi di abbattimento antiparticolato.

Sono ammissibili a contributo i costi già sostenuti dal soggetto richiedente per l’acquisto di una autovettura di nuova immatricolazione o già immatricolate e intestate ad una casa costruttrice di veicoli o ad un concessionario, utilizzati per il trasporto di persone, in grado di garantire emissioni di inquinanti come indicato nel bando. alle seguenti condizioni: 

  • radiazione per demolizione, effettuata a partire dal 2 agosto 2018, di un autoveicolo per il trasporto persone avente alimentazione a benzina fino a euro 2/II incluso o diesel fino ad Euro 5/V incluso oppure radiazione per esportazione all’estero, effettuata a partire dal 2 agosto 2018, di un autoveicolo diesel per il trasporto persone Euro 3/III, euro 4/IV o euro 5/V. Sono ammesse a contributo le radiazioni di veicoli la cui proprietà è stata acquisita dal soggetto richiedente antecedentemente al 26 settembre 2019 (data di pubblicazione della d.G.R. n. 2157/2019). Per l’individuazione dell’alimentazione occorre riferirsi a quanto riportato al rigo P.3 del libretto di circolazione;
  • per i veicoli acquistati a partire dal 15 ottobre 2019 (data di avvio del bando), applicazione da parte del venditore di uno sconto di almeno il 12% sul prezzo di listino del modello base, al netto di eventuali allestimenti opzionali, oppure in alternativa per i soli veicoli elettrici puri di un importo pari ad almeno 2.000 euro (IVA inclusa). Il prezzo di listino di riferimento è quello definito alla data del 1° agosto 2019.

Solo per l’acquisto di autovetture elettriche pure è consentita la possibilità di non inserire a sistema il numero di targa di immatricolazione e quindi di procedere alla presentazione della domanda di accesso al contributo a fronte della presentazione della copia del contratto dell’avvenuto acquisto, in relazione ai tempi lunghi di consegna di questa tipologia di veicoli.

Budget 2019-2020: 18 milioni di euro.

Beneficiari e Finalitá

Beneficiari
Privato
Dimensione Beneficiari
Non Applicabile
Settore
Trasporti
Finalita'
Ammodernamento, Tutela Ambientale
Ubicazione Investimento
Regione:
  • Lombardia

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto per l’acquisto, con contestuale radiazione di un veicolo inquinante, per demolizione o per esportazione all’estero, di autovetture di categoria M1 in grado di garantire zero o bassissime emissioni di inquinanti; l'ammontare del contributo varia in relazione ai valori di emissione di polveri sottili (PM10), ossidi di azoto (NOx) e anidride carbonica (CO2).

L'ammontare minimo del contributo è pari a 2.000 €, mentre il contributo massimo ammonta a 8.000 €.

Tempistica investimento

Le domande devono essere presentate dalle ore 10:00 del 15 ottobre 2019 entro le ore 16:00 del 30 settembre 2020, salvo chiusura anticipata in caso di esaurimento dei fondi.

All’interno di questo periodo è prevista una finestra di sospensione dalla possibilità di inserire le domande dalle ore 16.00 del 13 dicembre 2019 fino alle ore 10.00 del 15 gennaio 2020.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.