Export regioni - ecco gli ultimi dati Istat

Rapporto Istat export regioni: photocredit StockSnap da PixabayL’Istat ha diffuso i nuovi dati sulle performance delle regioni italiane sul fronte dell’export. Nel secondo semestre 2019 sono cresciute le vendite sui mercati esteri delle regioni del Centro, mentre si sono contratte quelle delle isole.

Export Italia: Presentato il nuovo rapporto ICE-ISTAT

L'aggiornamento diffuso dall’Istat sui dati regionali legati all’export riporta la fotografia di un Paese le cui esportazioni crescono a ritmi molto diversi.

I dati relativi alle performance regionali sull'export del I primo semestre del 2019 rilevati dall’istituto nazionale di statistica, infatti, mostrano:

  • un sostenuto incremento tendenziale delle vendite sui mercati esteri per il Centro (+17,4%);
  • un incremento molto più contenuto per il Sud (+2,5%) e per il Nord-est (+1,5%);
  • una contenuta diminuzione per il Nord-ovest (-1,1%);
  • una marcata contrazione per le Isole (-11,9%).

Confindustria - gli accordi commerciali fanno bene all’export?

Lazio, Molise e Toscana le prime della classe

Tra le regioni del Centro Italia, quelle che crescono di più sono il Lazio, il Molise e la Toscana.

In particolare, a guidare la classifica delle regioni italiane che registrano una crescita più sostenuta delle esportazioni è il Lazio. Nel primo semestre dell'anno, infatti, la regione ha portato a casa un +26,9% conseguito su base annua, a fronte di una media nazionale che si attesta sul +2,7%.

Nei primi sei mesi del 2019 il Lazio ha infatti esportato merci per 13,9 miliardi di euro, circa 3 miliardi di euro in più rispetto allo stesso periodo del 2018.

A trainare l’export laziale continua a essere il settore farmaceutico che si conferma essere il campione delle esportazioni prodotte dalla regione. Del resto, secondo i dati contenuti nel nuovo Piano per l’internazionalizzazione del Lazio pubblicato lo scorso maggio, le esportazioni laziali continuano ad essere “molto concentrate a livello di settore, con la netta preminenza del chimico-farmaceutico” che, tra  “articoli farmaceutici e botanici” e attività relative a “sostanze e prodotti chimici”, rappresenta il 48,4% sul totale delle esportazioni regionali.

Lazio - il nuovo piano regionale per l'internazionalizzazione

Oltre al Molise, che registra un +24,6%, ad andare bene è anche la Toscana che con il suo +17,9% si colloca al terzo posto della classifica delle regioni italiane caratterizzate da un alto tasso di crescita delle esportazioni.

In particolare, ad essere andate particolarmente bene nel primo semestre 2019 sono state le vendite toscane di articoli in pelle che, assieme a quelle del farmaceutico laziale, contribuiscono alla crescita tendenziale dell’export nazionale per l'1,7%.

Bene, infine, anche Campania (+10,4%) e Puglia (+10,1%), che si collocano rispettivamente in quarta e quinta posizione.

Internazionalizzazione – al via ICE Export Lab Campania

Male Calabria, Basilicata e Sicilia 

Al livello di Mezzogiorno, ai buoni risultati conseguiti da Campania e Puglia, fanno purtroppo eco i dati non buoni relativi a Calabria, Basilicata e Sicilia.

Le tre regioni, infatti, chiudono la classifica stilata dall’Istat che misura il contributo alla variazione delle esportazioni nazionali per regione.

Fanalino di coda è la Calabria che registra un -22%, seguita dalla Basilicata con -19,5% e dalla Sicilia, in terzultima posizione, con un -17,3%.

SACE-Simest: l’export della Sicilia tra vecchi e nuovi rischi

I dati a livello provinciale

L’analisi congiunturale dell'istat sulle esportazioni del I semestre 2019 riporta anche i dati suddivisi tra le singole province italiane.

Su questo fronte - secondo l'Istituto di statistica - ad essere andate particolarmente bene sono state Firenze, Latina, Bologna Frosinone, Milano e Arezzo.

Del resto, in linea con i buoni risultati regionali conseguiti dal Lazio e dalla Toscana, non sorprende trovare nell’elenco da un lato Latina (+56,8%) e Frosinone (+27,3%), che rappresentano notoriamente il polo laziale del farmaceutico, e dall’altro Firenze con la sua secolare specializzazione nel settore della pelletteria.

Export: le iniziative ICE per il sistema moda e arredo

> Consulta l'aggiornamento Istat

Photocredit: StockSnap da Pixabay

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.